Agenzia Viaggi Baldini

Via Amendola 39/B - 42040 Campegine [RE]
Tel. +39 0522 676627 - +39 0522 677926 - Fax +39 0522 676628
P.Iva 01906720352 - info@baldiniviaggi.it - www.baldiniviaggi.it

 
Viaggio di Gruppo
UZBEKISTAN - UZBEKISTAN - SAMARCANDA, SULLA VIA DELLA SETA -
PERIODO DA VENERDI' 15 A VENERDI' 22 SETTEMBRE 2017
 

UZBEKISTAN - SAMARCANDA, SULLA VIA DELLA SETA -

L'Uzbekistan, situato nell'antica culla formata dai fiumi Amu-Darya e Syr-Darya, è il paese più ricco di storia fra tutte le repubbliche dell'Asia centrale. Annovera alcune delle città più antiche del mondo, molti dei principali centri sulla Via della Seta e la maggior parte delle bellezze architettoniche di quest'area geografica. Trovandosi nel cuore della regione centroasiatica, l'Uzbekistan si considera la più importante delle ex repubbliche sovietiche dell'Asia centrale, e negli ultimi anni ha assunto sempre più il ruolo di gendarme della regione

La quota individuale di partecipazione, comprende:

Tutti i trasferimenti in Italia per e dall’Aeroporto di partenza e in Uzbekistan per e dall’Hotel; Voli di linea Uzbekistan Airlines da Milano Malpensa; Tour su base individuale con bus con aria condizionata; Guida locale parlante italiano al seguito per tutto il Tour; Tutte le visite, le escursioni e gli ingressi menzionati nel programma; Sistemazione in Hotel 4****Stelle, eccetto Kivha Hotel 3***Stelle, in camere doppie con servizi privati; trattamento di pensione completa durante il tour dalla cena a bordo dell’aereo del primo giorno al pranzo dell’ottavo giorno compresa una bevanda a pasto (Bottiglietta 0,33 Acqua Minerale o caraffa a pasto); Cena con spettacolo Folcloristico a Bukhara; Assicurazione Sanitaria e Bagaglio e Assicurazione Annullamento Viaggio; Biglietto Ferroviario di II° classe con treno ad Alta Velocità Afrosiab da Samarcanda a Tashkent; Tasse e percentuali di servizio; spese per visto individuale; Tasse aeroportuali e Adeguamento Carburante.

La quota non comprende: Mance (si consiglia di considerare circa 35,00 € a persona) e tutto quanto non indicato alla voce “la quota comprende”.

• Supplemento Singola = 180,00 € per l’intero periodo;
• Documenti: Passaporto Valido, regolarmente bollato con validità residua di almeno 6 mesi dalla partenza ( + 2 Foto tessera per il rilascio del visto).
• Acconto alla prenotazione: 600,00 €.
• QUOTAZIONI BASATE SUL CAMBIO 1 USD = 0,90 EURO

Letture consigliate: Nella città del Pane e dei Postini di Giorgio Messori - Reggio Emilia Diabasis 2007.
Il libro narra di un uomo che ha viaggiato a lungo nello spazio e nel tempo della propria memoria prima di incontrare la sua vera casa, «il grande cielo dell'Asia»:

"chi si abitua al cielo non contemplerà più confini; poiché la terra è come il mare, le montagne le sue onde" (Giorgio Messori Castellarano 1955 - Reggio Emilia 2006)



 

TOUR DELL'UZBEKISTAN - ASIA CENTRALE

1° giorno * Venerdì 15 Settembre 2017
Reggio E./Campegine/Parma - Milano - URGENCH

Nella tarda mattina, sistemazione in Confortevole Pullman Gran Turismo e trasferimento all’Aeroporto internazionale di Milano Malpensa. Disbrigo delle formalità doganali ed imbarco a bordo del Volo di Linea dell’Uzbekistan Airways per URGENCH. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno * Sabato 16 Settembre 2017
URGENCH - KHIVA

Arrivo in Uzbekistan nella prima mattinata disbrigo delle pratiche doganali, incontro con il rappresentante dell’Agenzia locale e trasferimento a KHIVA: visita guidata della cittadina, vera perla dell’architettura islamica. Il suo centro storico è stato integralmente restaurato, diventando una vera e propria città-museo, ricca di madrase trasformati in bazar, antichi palazzi e moschee. In particolare potremo ammirare il suo centro storico perfettamente conservato: si visiteranno gli interni delle Madrasse di Allah Kuli Khan e di Muhammad Amin Khan. Quest'ultima è la più grande nel suo genere, perché può ospitare fino a 250 studenti. Davanti alla Madrassa si trova il minareto di Kalta Minor (piccolo minareto). Questo fu fatto costruire da Khan nel 1852 per diventare il più grande del mondo islamico (oltre 70 m). Purtroppo i lavori furno abbandonati alla morte del Khan e l'altezza raggiunta rimase di soli 26 metri. Visita degli interni del Kunya-Ark (Vecchia Fortezza), residenza fortificata dei sovrani di Khiva, costruita nel XII secolo e poi estesa dai Khan nel XVII secolo. Gli "harem", la zecca, le scuderie, l'arsenale, le caserme, la moschea e la prigione dei khan sono tutti dislocati all'interno. All'interno si può visitare il mausoleo di Pakhlavon Mahmoud, forse il più bel monumenti di Khiva, contraddistinto da un cortile adornato da splendide piastrelle decorate.

Si continua con la visita degli interne della Madrassa dell'Islam Khodja e del minareto, il più imponente e recente tra i monumenti islamici di Khiva. Visita della Moschea Jami (moschea del venerdì), edificio derivato dalla vecchia moschea araba. Di notevole interesse le 213 colonne di legno che sorreggono la struttura, ognuna alta 3,15 m. Infine si potrà visitare la residenza Tash Hauli (casa in pietra).

Pranzo in ristorante in corso d’escursione. In serata sistemazione in Hotel nelle camere riservate, cena e pernottamento in Hotel.

3° giorno * Domenica 17 Settembre 2017
KHIVA - BUKHARA

Dopo la prima colazione partenza in pullman per BUKHARA. Un viaggio emozionante, di circa 8 ore attraverso il deserto Kyzyl Kum, in un territorio sempre vario e sconosciuto. Pranzo con cestino da viaggio lungo il percorso presso una delle stazioni di controllo. Arrivo a Bukhara nel pomeriggio e, in base all’orario di arrivo, inizio della visita guidata. La città conobbe il suo maggior splendore durante il periodo samanide, tra il IX ed il X secolo d.C., quando divenne il cuore religioso e culturale dell’Asia Centrale. Sistemazione in Hotel nelle camere riservate. Cena con spettacolo nella suggestiva cornice della madrasa Nodir Divan Beghi. Rientro in Hotel per il pernottamento.

4° giorno * Lunedì 18 Settembre 2017
BUKHARA

Ricco Buffet di prima colazione in Hotel. Dedicheremo la mattinata alla visita guidata della casa/museo Fayzulla Khodjaev, della fine del 1800, appartenuta ad un ricco mercante. La visita guidata proseguirà con il complesso di Poy-i Kalyan con i suoi mirabili monumenti che datano dal XII al XVI sec.: la madrassa Mir-i Arab, il minareto di Kalyan intatto da 880 anni quando con i suoi 47 metri era il più alto di tutta l’Asia Centrale. Visita guidata di Chor Minor, la curiosa madrassa dei 4 minareti, del mausoleo dei Samanidi, capolavoro dell’architettura del X sec. e della cittadella, un tempo residenza del khan di Bukhara.

Pranzo in Ristorante in corso di escursione. Nel pomeriggio tempo a disposizione per lo shopping, immancabile visita dei 3 bazar coperti e facilmente individuabili per le caratteristiche cupole: il tok-i-Zargaron (dei gioiellieri), il Tok-i Tilpak Furushon (dei cappellai), il Tok-i Sarrafon (dove si cambiava il danaro). Al termine ci si sposterà fuori città per la visita della curiosa residenza dell’ultimo emiro di Bukhara, il Mokhi-Khosa Palace, divertente esempio di stile Kitsch. In serata rientro in Hotel per la Cena e pernottamento.

5° giorno * Martedì 19 Settembre 2017
BUKHARA – SHAKHRISABZ - SAMARCANDA

Prima colazione in Hotel. Di primo mattino partenza in autopullman per Samarcanda. Lungo il percorso si effettueranno soste a SHAKRIZABZ, città natale di Tamerlano: si visiteranno le rovine del Palazzo d’Estate, il Mausoleo di Jehangir, figlio prediletto di Tamerlano, e la Moschea Kok Gumbaz con la sua “cupola blu”. Pranzo in Ristorante in corso di viaggio. Arrivo a SAMARCANDA verso sera.

La piantina di Samarcanda rivela la doppia anima, quasi schizofrenica, della città. Ad est il groviglio millenario di vicoli della città vecchia, a ovest i viali tracciati dai russi nel XIX secolo, che si irradiano dal centro amministrativo della città moderna e della provincia. Mosca è lontana, ma l'influenza della capitale russa è arrivata fino qui. Nel 1924 Samarcanda fu proclamata capitale della nuova Repubblica Socialista Sovietica dell'Uzbekistan. Per i contadini dell'Uzbekistan l'impatto con il governo sovietico si tradusse nella collettivizzazione delle terre ed ebbe come conseguenza l'imposizione della coltura del cotone. Mosca aveva evidentemente deciso di associare l'Uzbekistan alla produzione di quella materia prima. Bisognerà aspettare quasi settant'anni per avere, nel 1991, le prime elezioni presidenziali nel paese. Un lungo periodo, nel quale gli abitanti di Samarcanda si mantennero tenacemente legati alle loro tradizioni. I tagiki si considerano il popolo più civile dell'Asia centrale e parte della loro fierezza è dovuta alle antiche memorie storiche della loro terra.

Sistemazione in Hotel, nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

6° giorno * Mercoledì 20 Settembre 2016
SAMARCANDA

Prima colazione in Hotel. Dedicheremo l’intera giornata alla visita guidata della città di SAMARCANDA, per ammirare i suoi più importanti monumenti fatti costruire da Tamerlano o meglio Timur che letteralmente significa "Lo zoppo" è senz'altro considerato l'eroe nazionale.
Nel XIV secolo, Tamerlano lanciò una campagna espansionistica che si concluse nel 1395 e che lo portò alla conquista degli odierni Iran, Iraq, Siria, Turchia orientale e Caucaso. E' durante il regno di Tamerlano che nasce e si sviluppa il mito della lontana Samarcanda, centro nevralgico di tutto l'impero. Qui Timur, durante i trentacinque anni di regno, si fece patrono delle arti, fece edificare edifici importanti. La città è uno degli insediamenti più antichi nell'Asia Centrale e probabilmente fu fondata nel V secolo a. C. Quando Alessandro Magno nel 329 AC decisa di conquistarla era già una città cosmopolita.

Durante la visita potremo ammirare la grandiosa Piazza Registan, il cuore della città, considerato il centro commerciale della Samarcanda medievale. Le tre straordinarie madrase di Ulugh Begh, Shi Dor e Tilya-Kari, famose per la purezza delle linee e l’eleganza delle decorazioni. Pranzo in Ristorante in corso di escursione. Nel pomeriggio si visiterà l’osservatorio astronomico di Ulugbek, che conserva una parte dell’astrolabio del XV sec. e i preziosi affreschi del VII sec., conservati nel museo della fondazione della città di Afrosiab, primo nucleo della futura Samarcanda. Visita del centro “Meros” dove si fabbrica artigianalmente la carta utilizzando la corteccia dell’albero di gelso. Cena in una locale casa tagica, dove si potrà anche assistere alla preparazione del piatto tradizionale il plov. Rientro in Hotel per il pernottamento.

7° giorno * Giovedì 21 Settembre 2017
SAMARCANDA – TASHKENT

Prima colazione in Hotel. Nella mattina visita della magnifica necropoli Shakh-i Zinda, vero tesoro architettonico che racchiude moschee e mausolei e rappresenta un importante luogo di pellegrinaggio. Sosta in una fabbrica di tappeti Khudjum, per scoprire le tecniche di tessitura di questi pregevoli manufatti in seta e lana. E per finire sosta alla moschea Bibi-Khanum, dedicata alla moglie preferita di Tamerlano e visita dell’animato mercato di Samarcanda.

Rientro in Hotel per il pranzo. Nel pomeriggio sistemazione in TRENO ad Alta Velocità Afrosiab e partenza alla volta di TASHKENT.

TASHKENT, è una città di 2.073.000 abitanti, capitale dell'Uzbekistan. Sorge in un'oasi irrigata dai fiumi Circik e Keles. Il nome della città è mutato più volte: sotto la dominazione cinese della Dinastia Han era chiamata Beitan. Più tardi cambiò il nome in Chachkand, che divenne poi Tashkand e quindi Tashkent. Maggiore centro economico e culturale della repubblica uzbeka, è sede di cotonifici, setifici, stabilimenti meccanici, industrie chimiche e riveste un importante ruolo di nodo di comunicazioni.
Taskent ha origini molto antiche, poiché fu fondata dagli Arabi nel 750 come oasi sul fiume Chirchik. Per molto tempo fu controllata dalle popolazioni nomadi del Turkestan, finché non fu occupata dai Cinesi. Nel 1219 la città fu distrutta da Gengis Khan, per poi essere ricostruita alcuni anni dopo. Nel 1809 la città verrà annessa al Khanato di Kokand, di cui fece parte fino al 1865, anno in cui venne annessa alla Russia. Nel 1889 fu collegata al resto della Russia con la costruzione della ferrovia transcaspica. Con la caduta dell'impero russo, Taskent venne incorporata nell'URSS, come capitale della Repubblica Socialista Sovietica Autonoma del Turkestan prima e dell'Uzbekistan poi, da cui i bolscevichi mossero per conquistare l'Emirato di Bukhara. Durante la Seconda Guerra Mondiale vennero trasferite in città molte industrie provenienti dalle città occupate dalla Germania nazista. Il 25 aprile 1966 la città fu colpita da un violento terremoto (7.5 gradi nella scala Richter), che lasciò oltre 300.000 persone senza casa. Nel 1991, con la caduta dell'Unione Sovietica, Taškent entrò a far parte dell'Uzbekistan, di cui divenne la capitale.

In serata sistemazione in Hotel, nelle camere riservate, cena e pernottamento.

8° giorno * Venerdì 22 Settembre 2017
TASHKENT – Milano / Parma / Campegine / Reggio Emilia

Prima colazione in Hotel. Incontro con la guida e visita guidata della città. In particolare potremo ammirare le madrase Kukeldash e Barak Khan, la Piazza e la Moschea Khasty, il bazar Chorsu, il Museo di Arti Applicate, il Teatro dell’Opera Alishei. Pranzo in Ristorante in corso di escursione. Nel pomeriggio trasferimento in Aeroporto in tempo utile per l’imbarco sul Volo di Linea Uzbekistan Airways per Milano Malpensa. Arrivo in serata e trasferimento alle località di provenienza con Pullman Privato.




 

 

€ 1.790,00
a persona

Mezzi di trasporto: Aereo Escursione Pullman Treno 

     
_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________________
www.baldiniviaggi.it